Rette parallele

Posso avere tutti i difetti del mondo, ma un pregio, almeno, ce l’ho. Capisco sempre quando è arrivato il momento di mettersi da parte, di non cercare di essere assolutamente al centro dell’attenzione di una persona. Smettere di elemosinare attenzioni.

Se vorrai, mi troverai qui. Se non vorrai, non mi cercherai neanche.

Ma io non ti chiederò più di cercarmi. È infantile. E fa male. Fa male non sentirsi desiderati. Non chiedevo di  essere al centro del tuo mondo; chiedevo solo un posticino, in quel mondo. Adesso, poiché ti voglio bene, a modo mio, mi basta sapere che quel mondo esiste. Anche se non è per me, anche se forse non lo sarà mai (più).

Forse ci rivedremo nei sogni, o nelle realtà parallele, o come le parallele, non ci incontreremo mai, se non nell’infinito. 

Annunci

2 commenti

Archiviato in Su di me

2 risposte a “Rette parallele

  1. Oh che dolce! Però se si fosse trattato di un mio “estimatore” avrei forse voluto più corteggiamento. Vedi, non so, parlo senza cognizione di causa. Magari tu hai insistito abbastanza.. Comunque belle parole!

  2. Un ottimo pregio che credo appartenga anche a me.
    Ho molto “sentito” ciò che hai scritto, molto “vero”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...