Il massimo del maschilismo

Stamattina twittavo ‘Adoro le donne che sti truccano in macchina’.

C’è una spiegazione.

Dietro quel gesto, all’apparenza banale, si nasconde tutto un mondo femminile e affascinante. La donna che si trucca in macchina la mattina, ti dice che non ha avuto il tempo di farlo a casa, e che comunque ci tiene a presentarsi in un certo modo, quando esce di casa. Se non ha avuto il tempo di truccarsi a casa, probabilmente è una di quelle donne che si svegliano all’ultimo minuto. Quindi non di quelle che si alzano alle 5 del mattino per andare a correre, o per preparare il pranzo per la famiglia, farsi la doccia, truccarsi, vestirsi, imbellettarsi. Insomma, è una donna semplice. Ma il fatto che si trucchi è anche indice di ricercatezza. Una donna semplice magari mette solo un po’ di terra indiana sul viso. Ma quelle che si mettono il rossetto sono le mie preferite. Le vedi, mentre fanno quelle smorfie impossibili, davanti allo specchietto retrovisore, come se non ci fosse un mondo fuori, come se nessuno potesse vederle.

È un gesto intimo, tanto intimo che a volte mi sento in colpa a guardare. Ma sono troppo affascinato per rinunciare. Così vedo quelle che mettono l’eyeliner e il mascara (rigorosamente a macchina in movimento, mentre guida qualcun altro, che se prendi una buca non oso immaginare il dolore!!!), quelle che mettono la matita intorno alle labbra (ecco, donne, questo trucco potete evitarvelo, a meno che non abbiate labbra sottili o pressoché inesistenti, altrimenti rischiate di sembrare dei pesci rossi), quelle che mettono un ombretto. Quelle più selvagge, che si tolgono le ciglia e le sopracciglia. Inquietanti. 

Comunque dal trucco di una donna si può capire tanto. Se è sposata, se è single, se lavora come segretaria, o come dirigente, o come impiegata; se è part-time o full time, se ha figli o meno.

Tutto sta nell’osservare attentamente i segnali, a volte impercettibili. Tipo l’etichetta Nome di bebè a bordo. Metodo infallibile per capire se ha figli: se c’è l’adesivo, sicuramente ne ha almeno uno. Se non c’è l’adesivo, non è detto che non ne abbia, così si va alla ricerca di altri segnali.

Fede al dito, per esempio. La mano sinistra è sempre sul volante, fateci caso. Anche quando si truccano, fanno perno con la mano sinistra mentre si truccano con la destra, guardandosi allo specchietto.

Altri segnali abbastanza inequivocabili sono:

–          Ammaccature nella macchina: è una donna distratta; forse anche stanca. Quindi potrebbe avere figli, o comunque una situazione familiare stressante. Evitare accuratamente. Anche perché dopo un po’ la macchina si condivide, e tu non vuoi certo una macchina piena di bozzi

–          Finestrino aperto: o è molto calda e passionale, o è una fumatrice. In entrambi i casi, sarebbe il caso di approfondire, perché significa che sa succhiare (scherzo!)

–          Macchina chiusa ermeticamente: donna insicura, e bisognosa di rassicurazioni. Se sei il tipo che sa rassicurare una donna, non ce n’è migliori di quelle. Se non sai neanche cosa vuoi fare della tua vita nei prossimi 5 minuti, lascia perdere

–          Varie suppellettili sparse per la macchina: donna disordinata, che non sa fino all’ultimo cosa portarsi dietro e a cosa rinunciare, così porta tutto con sé, che non si sa mai. Da evitare se sei uno che viaggia leggero

–          Posizione della borsa; questa è un po’ ardua, non sempre visibile. Ci sono 3 opzioni:

i)        Sul sedile anteriore: lei vuole tenere tutto sott’occhio, è padrona delle sue cose, ci tiene  e non ha paura di mostrarle. Potrebbe fare così anche con te, ma devi valere più di una borsa Pollini

ii)       A terra, ai piedi del sedile anteriore: trascurata, oppure molto pratica: la metto a terra perché se la metto sul sedile, alla prima frenata cade comunque. Quindi potrebbe anche essere una donna che corre in macchina. Se poi ci sono anche le ammaccature, hai capito tutto

iii)     Nel sedile posteriore: indica che lei non ha bisogno di tenere tutto sotto controllo, non percorre lunghe distanze da casa a lavoro, e probabilmente tiene il cellulare a portata di mano, fuori dalla borsa, magari nel porta oggetti. Questa è la donna che lascia guidare a te la sua macchina. Decisione da valutare nel caso abbia una bella macchina, oppure, amico mio, sgomma!

Adesso abbiamo scoperto qualcosa in più sulle donne in macchina. Sia che si trucchino, che non. Ovviamente quanto scritto non è sempre vero, ma è il frutto di un’osservazione continua del fenomeno.

 

Sarà per questo che quando il semaforo diventa verde, mi suonano sempre?!

Annunci

6 commenti

Archiviato in Su di me, Vita di coppia

6 risposte a “Il massimo del maschilismo

  1. Carlo

    … bello, ma secondo me fai prima a …
    • Affiancati
    • Suonale
    • Falle il cenno con la manina … “trombiamo”
    • Se ti manda a cagare, guarda il semaforo ed attendi il verde … altrimenti tira giù il finestrino e decidi in che parcheggio andare.
    Un consiglio, fatti una mappa dei parcheggi … potresti rimanere sorpreso.

  2. Fra

    stavo già incazzandomi x l’eventuale solito maschilismo sessocentrico ma in realtà è venuto fuori un bel post 😉 ehehehe viva le macchine ammaccate e il trucco in extremis (vale anche in biblioteca? XD)

    • Ogni tanto provo ad essere maschilista, ma non ci riesco neanche impegnandomi. A me le donne piacciono in cucina come nell’esercito come dietro ad una scrivania (ma meglio sotto!).
      E no, in biblioteca non vale..!

  3. Mi piace il tuo blog, ci sono capitata per caso…
    Perché il mio blog ha il nome di un tuo articolo.
    Da allora ho continuato a leggerti.
    Mi piace quello che scrivi e come lo scrivi: è bello leggere la tua sensibilità e la tua ironia.
    Vorrei poterti chiedere un consiglio, se posso.

    • Ciao! Sono rimasto incuriosito anch’io dal caso che volle il nome del tuo blog identico al titolo di un mio post.
      E sono contento e grato per le tue belle parole. Quindi se posso fare qualcosa per ‘sdebitarmi’, certamente! Perché no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...