Pigro, io?!

I miei più affezionati lettori (2, sigh!) mi hanno chiesto di inserire un widget, per poter ricevere notifiche via mail quando inserisco un nuovo post. Così ho risposto: ‘Un wiche?!’. Devo ammettere che, nonostante io sappia cosa sia un widget, non ho assolutamente idea di come aggiungerlo. Non saprei neanche dove metterlo. Non so neanche come i miei lettori vedano il blog, perché io, da editore, penso di vederlo in modo diverso.

Quindi dovrei armarmi di buona volontà, e cercare di capire queste cose, e risolvere i limiti di questo blog, renderlo più accessibile, più user-friendly, cercare di raggiungere più lettori. Ma ovviamente, la pigrizia mi impedisce di sostenere tutto questo sforzo. Per cosa, poi? Se le visite cominciassero a moltiplicarsi, non reggerei alla pressione di DOVER scrivere qualcosa ogni giorno, o a giorni alterni, o insomma, non ogni volta che ne ho voglia, ma per gli altri. Ma scherziamo?! Questo blog è per me, e se qualche pazzo vuole seguirmi, faremo un trenino di 3-4 persone al massimo! Sono consapevole di rubare spazio nella rete a gente che avrebbe qualcosa di più interessante da scrivere; l’avrò già scritto, da qualche parte, in altri post. A volte mi sento in colpa, per questo. Tratto il blog come fosse un diario, e parlo di tutto, ma non parlo di niente. Ci sono blog specializzati: in ricette, in cultura generale, in sesso, in studi, in materie più o meno proponibili. Io volevo specializzarmi in pigrizia, ma sarebbe un controsenso bello e buono, no?! Così ho deciso di tenere un blog sul vago, che parla di niente e di niente allo stesso tempo. Perché non può interessare a tutti quello che faccio. Cazzo, la maggior parte delle volte non interessa neanche a me! 

E allora, giù con un altro post che non interessa a nessuno! E dici che dovrei anche avvisarti via mail che ho appena scritto una stronzata? Ma sei fuori?! Piuttosto, dovrei fare a meno di scrivere stronzate! Forse, specializzarmi. Un blog sulla vita in ufficio? Troppo noioso; pochi espedienti divertenti, e sono sempre gli stessi, o simili. Il blog esaurirebbe gli argomenti in un paio di post. Un blog di cucina? Mi costringerebbe a cucinare ogni giorno qualcosa di diverso, e io sono affezionato al ‘cucino quello che ho in frigo’. E sono sempre le stesse cose. Un blog sul sesso? Se lo facessi una volta ogni 100 che ne parlo, sarei un pornodivo. Farne anche un blog mi renderebbe un maniaco. Un blog sulla stupidità del mondo? Basta aprire qualsiasi blog di moda, per rendersene conto.

Insomma, giudico tutti, giudico anche me stesso, e non ne vengo fuori. Sento di dover fare qualcosa, di poter dare qualcosa, un contributo, seppur minimo, ma non ne ho la forza, il tempo, non ho il mordente.

E tu, che sei arrivato a leggere fin qui, cosa ne pensi? Ma soprattutto, non avevi niente di meglio da fare?!

Annunci

3 commenti

Archiviato in Su di me

3 risposte a “Pigro, io?!

  1. Ecco che, sempre per contraddirmi quasi in real-time, sono riuscito ad apportare qualche piccola modifica al blog.
    Spero possa piacere alle vecchie lettrici, e anche ai nuovi!
    Ale

  2. Fra

    ahahaha vecchie lettrici XD
    si è davvero carino così il blog 😀
    Cmq NO non avevo niente di meglio da fare, solo cazzeggio pre-nanna 😀 anzi…magari mi guardo una puntata di un telefilm 😀 ehehe
    Cmq non ti preoccupare, meglio sproloqui sulla pigrizia che mille blog di cucina che ti fanno venire l’acquolina in bocca ma che non puoi mettere in pratica x la dieta XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...